Domoappalti s.a.s. - edilizia - riscaldamento - condizionamento - ristrutturazioni
-------------
-------
IMPIANTI DI ALLARME:
-
-
Per difendere un'abitazione dalle visite indesiderate dei ladri, strumenti come serrature robuste, vetri antisfondamento, portoncini blindati e inferriate costituiscono sicuramente una prima barriera, ma non sono sufficienti ad evitare il pericolo, soprattutto per immobili particolarmente a rischio, come villette isolate, o appartamenti al pianterreno o rialzato, o all’ultimo piano.
In questo caso è quindi necessario ricorrere all’installazione di un buon impianto di allarme.
L’impianto antifurto filo/radio, è un circuito chiuso che si compone di vari elementi: i sensori, che hanno lo scopo di registrare eventuali anomalie; la centralina antifurto, che converte gli impulsi ricevuti dai rivelatori in segnali d’allarme; la sirena da esterno, allarmi locali o a distanza.
Ogni sensore di allarme senza fili nel suo dialogo con la centrale invia il segnale di eventuali malfunzionamenti, il tentativo di sabotaggio dello stesso (detto anti-tamper) e la batteria scarica, è attiva su ogni singolo sensore dei, la supervisione dello stato aperto o chiuso della porta o finestra.
Esistono in commercio centrali di allarme anche vocale, ovvero che richiedono l’inserimento della password in modo parlato. Il sistema può essere inoltre controllabile da remoto. Infatti molte versioni permettono  il controllo a distanza della centrale. E’ possibile interagire con l’impianto antifurto quando si riceve una chiamata di avviso di allarme in corso sul telefono cellulare e si può attivare l’ascolto in viva voce per capire cosa sta accadendo nell’ambiente protetto.
Le centrali di ultima generazione danno la possibilità di configurare la funzione "salva la vita anziani" per farsi chiamare in caso di necessità da persone anziane ed attivare in automatico la funzione viva voce.
La durata delle batterie dei sensori, specialmente per quelli a tecnologia infrarossi è doppia rispetto agli altri, in quanto la tecnologia di risparmio energetico contenuta in ogni sensore è estremamente evoluta.
Tali prodotti sono disponibili anche in comodi kit antifurto fai da te, oltre ovviamente alla rete nazionale di installatori convenzionati, a partire da 580,00 euro in base alle versioni scelte.
Allarme Wireless: Sensori da esterno e interno
In commercio sono presenti molte tipologie di sensori da esterno ed interno, di seguito ve ne presento alcune:
- il sensore che permette di proteggere l’avvolgibile in modo non invasivo (va collocato nel cassettone). Si comporta come uno yo-yo e durante l’allungamento della cordicella segnala lo spostamento dell’avvolgibile, è molto comodo d’estate e rileva anche l’eventuale sfondamento dell’avvolgibile stesso. Facile da montare, è vivamente consigliato in quanto funziona in qualunque posizione venga lasciato l’avvolgibile;
- il sensore porta finestra con stato apertura e batteria supervisionato è sicuramente il più conosciuto e famoso sensore, chiamato anche comunemente magnetico, oltre che a porte e finestre può essere applicato a qualsiasi apertura che permetta l’aggancio della cosiddetta intelligenza (la parte più grande) in una sede fissa, mentre la parte mobile (il magnete vero e proprio) può essere agganciata sulla parte mobile dell’apertura. Un consiglio nel caso di persiane che siano sotto la pioggia quando sono aperte: l’installazione deve prevedere l’aggancio della parte grande del sensore in alto appesa al muro, mentre la parte piccola andrà collegata all’anta, in modo da non danneggiarsi se sottoposta all’acqua battente;
- il sensore con tecnologia a infrarossi che crea davanti a sé una barriera o tendina, necessita di uno spazio di almeno 5 cm di larghezza per venire alloggiato e permette di tenere la finestra aperta d’estate, inoltre rileva anche il passaggio dall’esterno all’interno o viceversa. Ottimo anche per proteggere zone esterne in modo non invasivo, si consiglia l’installazione dello stesso in modo che dall’alto guardi in basso, così da evitare che il raggio del sensore venga inviato nel vuoto;
- il sensore PIR Volumetrico, è il classico sensore volumetrico da interno ed è un sensore senza fili che permette di supervisionare la presenza di intrusi. Si consiglia l’installazione nei corridoi ed almeno uno per ogni piano dell’edificio. E' anch’esso ricco di regolazioni tra cui quella che evita il rilevamento di animali (pet regulation).
------------
----------
--------------
-------------------
----------
CONTATTACI PER AVERE UN PREVENTIVO GRATUITO
ANCHE SOLO PER L'INSTALLAZIONE!
--------------
---------------
AFFRETTATI! FINO A Dicembre 2015 POTRAI USUFRUIRE DI un buono sconto del 10%
------
----
---